L'ENAV APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO 2020

 

ROMA - Il consiglio di amministrazione dell'Enav, presieduto da Francesca Isgrò, ha approvato il progetto di bilancio 2020 ed il bilancio consolidato di Gruppo 2020.

Il 2020 è stato caratterizzato dal forte calo del traffico aereo dovuto alla pandemia da Covid-19. Il traffico aereo, a fronte dell’aumento di quasi il 10% registrato nel primo bimestre dell’anno, nei mesi immediatamente successivi è crollato con punte del 90% rispetto al 2019 per poi risalire in estate e chiudere il 2020 con un calo intorno al 60%. Analoga situazione si è riscontrata in Europa dove, sempre con riferimento alle unità di servizio, il dato medio del 2020 per gli Stati aderenti ad Eurocontrol è stato del -57,9%. In particolare: Germania -54,6%, Gran Bretagna -59,5%, Spagna -61,4% e Francia -60,8%.

 

Ecco i dati in sintesi: 

 

Traffico di rotta e di terminale in diminuzione di circa il 60% in termini di unità di servizio rispetto al 2019

 

Ricavi consolidati a 771,3 milioni di Euro in calo solo del -14,6% rispetto al 2019, grazie alla protezione fornita dalla regolamentazione europea e alle azioni di contenimento dei costi posti in essere dalla società

 

Ricavi da attività operativa a 352,2 milioni di Euro in diminuzione del 63% compensati parzialmente dal balance

 

Ebitda consolidato a 210,8 milioni di Euro limitando il calo al 30,4% rispetto al 2019

 

Utile netto consolidato a 54 milioni di Euro in diminuzione del 54,4% rispetto 2019

 

Dividendo: in considerazione dell’incertezza dei volumi di traffico attesi, il cda ha proposto di non distribuire il dividendo relativo al 2020, confermando la precedente dividend policy per gli anni a venire, a partire dal 2021

 

Approvato il bilancio di sostenibilità 2020.

 

L’amministratore delegato Paolo Simioni ha dichiarato: "A causa della pandemia il 2020 è senz’altro l’anno peggiore di sempre per l’aviazione. Enav ha infatti registrato cali nel traffico aereo rilevanti con punte mensili anche superiori al 90%, chiudendo l’anno con una riduzione dei ricavi operativi del 63%. Tuttavia, la parziale protezione fornita dal sistema regolatorio e le azioni di contenimento dei costi messe in atto dalla società hanno consentito di limitare gli effetti economici negativi, raggiungendo un Ebitda di Gruppo pari a 210,8 milioni di Euro ed un risultato di esercizio pari a 54 milioni di Euro.

 

In uno scenario così complesso, consapevoli del ruolo strategico che Enav svolge per il Paese, abbiamo continuato a garantire il servizio con efficienza, regolarità, sicurezza e salvaguardia della salute delle nostre persone, utilizzando tutte le leve necessarie per proseguire ad investire sulla professionalizzazione delle risorse, sulla digitalizzazione dei sistemi e sulla sostenibilità. Enav è una smart company che ha molte sfide da affrontare, dall’integrare l’Intelligenza Artificiale nel nuovo modello operativo di gestione del traffico aereo, allo sviluppare il cosiddetto U-Space, lo spazio aereo dedicato ai droni. In occasione dell’approvazione dei risultati del 2020 il cda ha inoltre confermato la dividend policy per gli anni a venire, proponendo allo stesso tempo di non distribuire il dividendo per quest’anno. Considerato l’attuale contesto, credo sia una scelta opportuna e sono convinto che i nostri stakeholder ci sosterranno, consapevoli della capacità e della solidità che la Società può garantire nel lungo periodo".