FIUMICINO ATTIVA "EGATE" ANCHE PER IL CANADA

ROMA - Il "Leonardo da Vinci" di Roma-Fiumicino diventa il primo aeroporto al mondo per numero di passeggeri e nazionalità che possono effettuare il controllo-passaporti attraverso gli Egate.

Grazie all’accordo raggiunto con l’ambasciata del Canada in Italia, gli oltre 500 mila viaggiatori canadesi in partenza o in arrivo allo scalo romano utilizzeranno da oggi i varchi elettronici, sommandosi ai passeggeri di nazionalità europea, statunitense, sud-coreana, giapponese, australiana e neozelandese che già possono usufruire di questo servizio innovativo. Si tratta complessivamente di oltre 6 milioni di passeggeri.

Sono 36 i varchi elettronici installati finora da Aeroporti di Roma (AdR) al "Leonardo da Vinci", in collaborazione con la Polizia di Stato, Enac (Ente nazionale aviazione civile) ed i ministeri degli Interni e degli Affari esteri, con un aumento di utilizzo del 30% nei primi sei mesi dell’anno. Un solo e-gate è in grado di processare migliaia di passaporti al giorno, consentendo un controllo più rapido ed efficace (in media di soli 20’’) ed aumentando i livelli di sicurezza.

Il primato mondiale del "Leonardo da Vinci" sugli Egate è coerente con la forte crescita delle destinazioni extra-Schengen, che da gennaio a giugno 2018 hanno registrato uno sviluppo superiore al 12%, arrivando a 7,2 milioni di passeggeri. In particolare, il lungo raggio è cresciuto di circa il 17%. Nello stesso periodo, il traffico Extra-Ue (5,7 milioni in crescita del 16%) ha superato per la prima volta i volumi generati dal mercato domestico (5,5 milioni).

Anche grazie alla rapidità ed all’efficienza del servizio, particolarmente gradito dai passeggeri, il secondo trimestre del 2018 vede Fiumicino confermarsi in testa alle classifiche di Aci Europe sulla qualità dei servizi offerti nei grandi aeroporti Ue, con un punteggio di 4,35 (su una scala di 5) e stabilmente davanti a Londra, Monaco, Madrid e Parigi.