NUOVI PROBLEMI PER IL CACCIA F-35

WASHINGTON - A causa di problemi al software, il moderno caccia americano di quinta generazione F-35 non potrà essere ammesso alla fase finale dei test di combattimento. Lo riferisce The National Interest, citando il direttore del Pentagon Testing Center

Così il già costoso programma di creazione del moderno caccia di quinta generazione (1,5 trilioni di dollari) potrebbe costare ancora di più ai contribuenti statunitensi. Tutti i velivoli dovranno, infatti, essere revisionati, fino a risolvere tutti i problemi.

Secondo una nota datata 24 agosto 2018, ma non pubblicata, il Centre for Defense Information, che esercita la supervisione statale sulle azioni del Pentagono, afferma che il velivolo non ha soddisfatto i criteri necessari per l'inizio della parte finale dei test.

Questi test sono l'ultima fase prima che l'aeromobile entri in produzione seriale. Secondo la legge degli Stati Uniti, questo processo non può iniziare finché il direttore dei test operativi non confermi per iscritto che il velivolo soddisfa tutti i criteri necessari.

Il rapporto pubblicato non dice esattamente quali difetti sono stati identificati. Tuttavia, Life sostiene che si tratta di problemi con il software, che dovrà essere sostituito. Il costo dei miglioramenti è stato stimato in 16 miliardi di dollari.